Macchine Matematiche

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Concoide di De Sluse

In una lettera a CH.Huygens datata 6 ottobre 1662, il matematico belga R.De Sluse (1622-1685) considera per la prima volta una cubica (circolare) avente un punto isolato: erano già noti esempi di cubiche nodate (Folium di Descartes) e cuspidate (Cissoide di Diocle). La cubica di De Sluse era da lui caratterizzata come segue: dato un punto O e una retta r  si chiami M l’intersezione di questa con una trasversale condotta per O. Sulla trasversale si riporti, a partire da M e dalla parte opposta rispetto ad O, un segmento MP tale che risulti OM*MP=k2 . La curva descritta da P ha una forma che richiama quella della concoide di Nicomede: da qui il nome.

Se il segmento MP è riportato sulla trasversale, a partire da M, dalla stessa parte di O, si ottiene una cubica diversa dotata di nodo. Le due curve vengono indicate come concoidi slusiane .

Utilizzando l’inversione circolare e l’inversore di Peaucellier (1864) è facile ideare un meccanismo che tracci la curva “per moto continuo” in base alla sua originaria definizione.

Approfondimento

Esplora la macchina

 

Fonti Storiche

Dalle scuole

Mail Associazione

JEvents Calendar

April 2017
S M T W T F S
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Login